DISTURBI DEL SONNO: RILASSATI CON L’IPNOSI

Uno studio dell’Università di Genova rivela che 13 milioni di italiani sono alle prese con i disturbi del sonno. Il prezzo da pagare, quando la sveglia suona, è alto: torpore, cattivo umore, difficoltà di concentrazione. E al volante il rischio di incidenti raddoppia.

Il sonno occupa circa un terzo della nostra vita ed è una funzione fondamentale per il nostro benessere psicofisico. Indipendentemente dalla causa, la riduzione del sonno interferisce con alcune funzioni fondamentali del nostro corpo, determinando spesso conseguenze evidenti anche sul piano comportamentale e sulla qualità della salute. Sia che tu soffra d’insonnia o ti senta semplicemente sopraffatto dallo stress della vita quotidiana, l’ipnosi può aiutarti a svuotare la mente dalle preoccupazioni per poter potenziare le tue occupazioni e interessi positivi.

I recenti mutamenti dello stile di vita del mondo occidentale hanno avuto un impatto negativo sul sonno notturno modificando i ritmi del sonno REM e NON REM. Questi disturbi non vanno mai sottovalutati e curati solo con la farmacologia, perché si ripercuotono anche sulle ore diurne influenzando negativamente l’andamento lavorativo, i rapporti sociali e tutta la sfera psicologica del soggetto, oltre al rischio di ammalarsi con infezioni, sviluppare malattie metaboliche e cardiovascolari.

L’ipnosi agisce sul soggetto giovane, adulto e anziano che presenta questi disturbi, ma anche sui bambini con difficoltà di addormentamento e sonno profondo ridotto. Agisce sulle cattive abitudini comportamentali, sociali e alimentari dell’individuo. Abbassa le tensioni e le ansie immotivate. L’ipnosi è prima una tecnica di rilassamento progressivo profondo che si può apprendere indirettamente e poi una tecnica mentale che sviluppa la creatività, l’immaginazione e l’equilibrio più consono alla persona.

La terapia è indicata in tutti i casi di insonnia, specialmente se causata da un’ipereccitazione del sistema nervoso e una reattività agli stimoli stressanti più alta del normale, che impedisce di rilassarsi e riposare bene.

Può essere d’aiuto sia quando l’origine è psicologica, come traumi passati, disturbi d’ansia, depressione (anche affiancata da sedute di psicoterapia), sia fisica, come dolori articolari o muscolari.

 

 

 

Dr.Ssa Maria Cristina Barison

Psicologo – Psicoterapeuta

Scrivi un commento